Ricerca eventi

Cerca Reset
manifesto fdm 2019

Roma

Roma

Referente  

1.Ministero della Giustizia

2.Ministero della Difesa – Bande FF.AA.

3.FENIARCO - Federazione Nazionale Italiana Associazioni Regionali Corali
Marco Fornasier
E-mail : info@feniarco.it

21 giugno
Terza Casa ROMA REBIBBIA
Concerto cantautori Marco Cocci e Ivan Segreto
21 Giugno
sala Convegni 1° piano Piazzale degli Archivi, 27 - Roma
Cantiamo un'altra storia! Giovanna Marini e il coro Inni e Canti di lotta della Scuola popolare di musica di Testaccio diretto da Sandra Cotronei - in concerto all'Archivio centrale dello Stato. Un concerto che racconta e canta le storie che fanno la Storia, le storie tramandate oralmente, diffuse con i fogli volanti, le storie che si trasformano e raccontano ancora altre storie. Un percorso musicale che recupera un mondo meno visibile ma senza il quale molte conquiste non sarebbero state possibili. Canti che sono frutto di una ricerca di anni e che portano alla luce gli incontri, le relazioni, le sintonie proprie di un vissuto popolare, consapevole e ancora molto vivo e presente. Mostra sul canto sociale e di protesta politica in Italia.
21 giugno 2018
ore 19.00 – 22.30
Via di San Michele, 18
Benvenuti in America!
Voci, musiche e danze dalla tradizione popolare nordamericana

La sede dell’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione (ICCD) si trova a Trastevere ed occupa una parte del Complesso Monumentale dell’ex Ospizio Apostolico di San Michele (edificato a partire dalla fine del XVII secolo), quell’ala cioè che si sviluppa intorno al settecentesco Cortile delle Zitelle così chiamato perché in origine in questo luogo venivano ospitate giovani orfane indigenti di età compresa tra i sette e gli undici anni allo scopo di farne “industriose e morigerate madri” nonché “pie ed utili donzelle” al servizio della Chiesa.
In occasione della Festa della Musica 2019, l’ICCD organizza per venerdì 21 giugno, dalle ore 20 alle 22,30, una serata dal titolo Benvenuti in America! Voci, musiche e danze dalla tradizione popolare nordamericana.
L’iniziativa, volta a far conoscere al grande pubblico questo straordinario patrimonio musicale, vedrà la partecipazione della Roma Country Family, suonatori di banjo, chitarra, fiddle, armonica e bodhràn che riproporranno brani propri di un repertorio che va dalla ballata narrativa al bluegrass, dal blues al country, dall’old-time al gospel. Un melting pot di testi, musiche e danze che unisce gli immigrati negli Stati Uniti dall’Europa e dall’Africa, attingendo alla tradizione inglese, scozzese, irlandese e afroamericana. A guidare le danze saranno Beatrice ed Eleonora De Simone.
La serata verrà introdotta da Alessandro Portelli, già docente di Lingue e letterature anglo-americane all’Università La Sapienza di Roma.
La festa sarà dedicata a Mariano De Simone, maestro polistrumentista mancato di recente, uno dei pionieri di questo genere musicale in Italia. I suoi allievi, giovani e meno giovani, gli renderanno omaggio in questa occasione, grati della straordinaria eredità che è stato il suo insegnamento.

Prima dell’evento musicale, a partire dalle ore 19 e fino alle 20, sarà possibile visitare anche il Museo dell’ICCD che rappresenta un percorso dell’evoluzione di macchine e tecniche fotografiche a partire dagli anni ’40 del XIX secolo fino alla metà del secolo successivo.




21 giugno
21.00
Foro Romano e Palatino
Il nuovo progetto della Lydian muove dall'infinito tema del viaggio. Nel 1519 se ne va per altri mondi Leonardo, che aveva sognato di volare, e inizia il viaggio intorno al mondo di Magellano, Elcano e Pigafetta. Nel 1619 sbarca a Jamestown la prima nave di schiavi. Nel 1719 esce il libro Robinson Crusoe e nel 1819 salpa il capitano A-Chab. Nel 1919 arrivano Lennie Tristano ed Herbie Nichols, entrambi figli di immigrati, il primo da Aversa, il secondo da St. Kitts & Trinidad; nel 1919 l’Originale Dixieland Jazz Band parte in nave per l’Europa. Nel 1969 Neil Armstrong sbarca nel mare calmo della tranquillità ma nel 2019 continua a nascere e morire tanta gente nel Mar Mediterraneo, il nostro maredi mezzo.

Questo progetto musicale è dunque un affresco sonoro che ripercorre idealmente i grandi viaggi del passato e ne immagina al futuro. Al servizio di questa idea ci sono le musiche che Brazzale ha impaginato nel repertorio: sue nuove composizioni come “A-chab”, “Mare calmo” e “Little Smiles” o di Rossano Emili (“Mare di mezzo”) e rivisitazioni da signficative musiche di Duke Ellington (“African Flower”), Wayne Shorter (“E.S.P./ExtraSensorial Planet”), Thelonious Monk (“Misterioso”) e Miles Davis-Bill Evans ("Blue in Green/Sky & Sea”).
21, 22 e 23 giugno
21 e 22 giugno 2019 (orario: 17:30 - 21:30) 23 giugno 2019 (orario: 15:00 - 19:00)
Roma, Museo delle Civiltà
Il Museo delle Civiltà, in collaborazione con l'ARCL, aderisce alla "Festa della Musica" promossa e patrocinata dal MiBAC e dall'Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica, ospitando la storica manifestazione Corinfesta organizzata dall'Associazione Regionale cori del Lazio.
Tre giornate di musica dedicata alla coralità del Lazio. Il biglietto per l'evento sarà emesso, a titolo gratuito, direttamente al posto di controllo del Museo delle arti e tradizioni popolari.
Per le tre giornate della manifestazione, 21-23 giugno 2019, presentando il “biglietto gratuito evento” alla biglietteria del MuCiv, sarà possibile ritirare un biglietto amico scontato a 5,00 € per la visita dell'intera struttura museale e delle mostre temporanee in atto.
21 giugno 2019
17.00
Roma, Museo Hendrik Christian Andersen
Venerdì 21 giugno alle ore 17.00, in occasione della Festa della Musica, il Museo Hendrik Christian Andersen - Polo Museale del Lazio presenta il concerto degli "Apeiron Sax Quartet".
L'evento è organizzato in collaborazione con il Centro di Cultura "Domus Danae".

Si esibiscono:

Dario Volante (sax soprano)
Roberto Guadagno (sax contralto)
Daniele Caporaso (sax tenore)
Armando Noce (sax baritono)
21 giugno 2019
Dalle 17.15 alle 24.00
INMI Spallanzani, Via Portuense, 292 Roma
Presso il Piazzale di ingresso principale dell’INMI L. Spallanzani dalle 17.15 in poi si potranno ascoltare musiche di vario genere, dalle danze orientali alle polifonie, dalla musica classica alla etnica, al rock ed al jazz, eseguiti da gruppi che condividono il potere lenitivo della musica. L'evento nasce da una sinergia tra l'Istituto Spallanzani e l'Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini,insieme per offrire un pomeriggio e una serata di musica senza dimenticare l'attenzione per la cura e la salute dei pazienti che sono qui ricoverati. Il pomeriggio si apre alle 17.15 con Kisito Band, gruppo afro – senegalese; seguiranno l’Orchestra Mu Sa con musiche di Donizedtti Mascagni e Bizet, gli allievi del Conservatorio di Santa Cecilia del M°Stella Parenti con il programma Da Mozart a Puccini, Le perle del deserto con Le Danze Orientali, il Coro Zenzerei le Polifonie dal mondo, il Duo Fedeli Innarella con l’Omaggio alla canzone italiana, per concludersi all’insegna del Jazz con The Risk Band, Luca Nostro e Danilo Rea
21 giugno 2019
Dalle Ore 17.00
Palazzo Carpegna. piazza dell'Accademia di San Luca 27 -Roma
Accademia Nazionale di San Luca
Giornata dedicata a Stefano Scodanibbio
ore 17
proiezione del film
“Cartoline per voci e contrabbasso” omaggio a Stefano Scodanibbio regia di Claudio Chianura
prod. Haze 2017
ore 18
presentazione del libro Stefano Scodanibbio Non abbastanza per me Scritti e taccuini
a cura di Giorgio Agamben e Maresa Scodanibbio
Quodlibet, Macerata 2019
intervengono
Federico Capitoni Andrea Cortellessa Mario Gamba
ore 19
concerto StefanoScodanibbio Only connect, 2001
per pianoforte

Stefano Scodanibbio
Terre Lontane, 2003
per pianoforte e nastro magnetico pianoforte Fabrizio Ottaviucci


Il film Il documentario dedicato alla figura di Stefano Scodanibbio (1956-2012), compositore e contrab- bassista tra i più importanti della scena contemporanea internazionale, si avvale di riprese effettuate a Milano e a Macerata e dintorni in occasione della Rassegna di Nuova Musica nel 2016. Ricordano il mu- sicista e la sua musica alcuni tra i suoi più vicini colleghi e compagni di esperienze: Irvine Arditti, Dario Calderone, Gianni Dessì, Wolfgang Korb, Terry Riley, Daniele Roccato, Giancarlo Schiaffini. Musica: Stefano Scodanibbio (durata 59’, prod. Haze 2017).


Il concerto Stefano Scodanibbio si è dedicato al pianoforte a partire dall’anno 2000 dopo vent’anni di quasi esclusiva frequentazione di strumenti a corde; il suo interesse per questo strumento è principalmente legato alle molteplici possibilità ritmiche che la prassi esecutiva polifonica del pianoforte può realizzare. Only Connect, 2001, è la sua prima opera pianistica ed esplora ampiamente queste possibilità, dando vita a articolate e complesse formule ritmiche collocate come miniature dentro meccanismi di grande precisione; “il brano – come dichiara l’autore – è costruito seguendo una serie di associazioni libere, un po’ come un trattamento psicoanalitico, con effetti imprevedibili e incontrollabili. Possibilità che si accavallavano, proliferazioni selvagge, accostamenti liberi e anche un po’ libertini, accumuli, significati disparati, appro- priazioni, rimandi, echi, schegge, riflessi, trasformismi.”.
Il brano, pervaso di costante tensione, si ispira alle connessioni del libro Fratelli d’Italia di Arbasino ed è strutturato in tre sezioni , quasi una parafrasi della forma sonata, in cui un unico tema melodico è alla base dello sviluppo di tutto il materiale sonoro.
“L’avanguardia è finita. L’avanguardia comincia ora. Scodanibbio ha capito tutto: si possono mettere tutti i neo e tutti i post che si vogliono, basta avere uno sguardo irrispettoso, aperto, caldo, vivace sul mondo”. (Mario Gamba, recensione alla prima tenutasi a Roma nel 2003).
In Terre Lontane ( 2003) un nastro magnetico realizzato con i suoni di contrabbasso manipolati elettro- nicamente avvolge il pianoforte in un viaggio timbrico dal colore scuro e profondo, dove gli scintillanti gesti sonori dello strumento a tastiera si adagiano quasi senza interferire con l’inesorabilità del paesaggio. L’opera si può considerare un lavoro di musica elettronica centrato sulla elaborazione del suono del con- trabbasso in cui il pianoforte fa da testimone, assiste, accompagna. Come di prassi, nella tecnica composi- tiva di Scodanibbio e di molti altri compositori, alcuni temi vengono ripresi da un’opera all’altra e trattati nel diverso contesto; possiamo qui riconoscere come “lo sviluppo”, parte centrale di Only Connect, sia ripreso in una versione “pianoforte e orchestra” al centro del brano Terre Lontane.
22 giugno 2019
Ore 11.00
Villa Torlonia - Roma
Coro polifonico  - Marco Taschler
23 giugno 2019
Ore 11.00
Villa Torlonia - Roma
Coro  Concorde        
manifesto fdm 2019
Area Riservata
Dall'edizione 2016 il Mibac ha deciso di dare un forte segnale per la promozione di una delle Feste più affascinanti che la cultura possa offrire. La Festa della Musica. Una festa che, come avviene in altre parti d'Europa, coinvolga in maniera organica tutta l’Italia trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare. Un grande evento che porti la musica in ogni luogo. Ogni tipo di musica. Ogni tipo di luogo. ...
SIAE è una Società di gestione collettiva del diritto d'autore, cioè un ente costituito da associati che si occupa dell'intermediazione dei diritti d'autore in tutti i settori della cultura. La Società Italiana degli Autori ed Editori non ha scopo di lucro ed è da sempre “dalla parte di chi crea” attraverso il sostegno a numerosi progetti dedicati alla creatività e al talento, e alle attività sociali e di solidarietà.Oggi la Società Italiana degli Autori ed Editori è al sesto posto della ...
La vocazione musicale è propria di tutti i popoli e di tutte le culture. L’Italia, più di ogni altro Paese, ha espresso la capacità di rappresentarsi attraverso l’espressione spettacolare, come tradizione e come ribellione, come conservazione e come novità. Questo carattere profondamente ludico e drammatico la caratterizza e la vitalizza, rendendola unica e riconoscibile. Inoltre il suo aspetto sempre più multietnico, le permette di accogliere suggestioni transnazionali che rifiutano confini ...

Promosso da

logoMIBAC

Ministero
per i Beni e le
Attività Culturali

Via del Collegio Romano, 27
00186 - Roma
urp@beniculturali.it
www.beniculturali.it
siae

Società Italiana
degli Autori
ed Editori

Tel. 06.599.05.100
Autori ed Editori
Tel. 06.599.052.00
Utilizzatori
Fax 06.596.470.50 .52
www.siae.it
aipfm
Via San Calepodio, 5/a
00152 - Roma
Tel. 06.580.38.25
Fax 06.622.78.726
festadellamusica@aipfm.it
Seguici su Facebook
Seguici anche su Twitter

Commissione europea

Rappresentanza in Italia

Via Quattro Novembre, 149
00187 - Roma
Tel. +39 06 699991

Con il contributo di:

Logo Afi

Main media partners

Rai

Media partners

Rai Radio 3
Grandi Stazioni Retail
telesia
Trenitalia

Partners istituzionali

esteri
giustizia
salute
istruzione
difesa
conferenza regioni
unpli
anci
ENDAS - Comitato Provinciale Imperia

Con il patrocinio di:

ang

Partners

feniarco
cafim
assaeroporti
enac
mei
dm nusic
calabriasona
Fimi
PMI
audiocoop
agimus
Ambasciata di Francia in Italia
i live music
rock
prog
vinile
sistema
Federalberghi
arci
loreal
assonat
confronti
A1
impala
legamon graphic design
lavanda
logo3bSalva

Info

Contatti
Informazioni
Comunicati stampa
Rassegna stampa
Annual Reports
Privacy Policy

La Festa

Spirito della Festa
Come partecipare
I Manifesti
Istruzioni per l'uso
La Comunicazione
SIAE
FAQ Organizzatori
FAQ Artisti
Gallery