manifesto fdm 2019
L’AIPFM gestisce il materiale prodotto dalla società di comunicazione incaricata della progettazione e ne verifica l'utlilizzo fatto dalle singole città. La comunicazione, normalmente, è ideata e coordinata sui seguenti supporti: manifesti, locandine, flyer, brochure-programma e grandi formati come stendardi e cartelloni stradali. Realizza spot, videoclip e annunci radiofonici. Una particolare attenzione si ha per i social network Facebook, Twitter e il sito internet che è aggiornato costantemente in funzione delle notizie, delle città, dei programmi mettendo in evidenza il concept dell'anno. L'AIPFM invia il manifesto della Festa della musica, dell'edizione in corso, all'organismo centrale europeo A' FACETTES informandolo anche dell'elenco aggiornato delle città italiane associate e fornendo i relativi programmi.
Le città iscritte, potranno scaricare il materiale esecutivo, da personalizzare, attraverso un'area download protetta. Le passwords di accesso saranno fornite dall'AIPFM una volta verificato il corretto invio della lettera di adesione.
Per organizzare la Festa della Musica e aderire al circuito nazionale, è necessario inviare una lettera di richiesta di adesione, su carta intestata, da parte del COMUNE, PROLOCO, ENTE, ASSOCIAZIONE O SCUOLA ospitante. Valutate le caratteristiche e le opportunità, l'AIPFM risponderà con una lettera formale. L'iscrizione e l'invio della lettera formale di adesione può essere fatta attraverso il sito nella voce "ISCRIZIONI" del menù.

Rapporti istituzionali
- Ufficializzazione dell’entrata del COMUNE, tra le città del circuito nazionale. 
- Comunicazione a A' FACETTES, organismo di coordinamento internazionale, dell’entrata del COMUNE nel circuito europeo. 
- Supervisione delle caratteristiche organizzative dell’evento in linea con le norme descritte nella “Carta dei principi di Budapest”.

Organizzazione
- Creazione di un “capitolo” dedicato alla nuovo COMUNE, nel sito istituzionale della FDM, con possibilità di aggiornare il sito in autonomia. 
- Apertura delle iscrizioni degli artisti, tramite il sito, con la gestione coordinata direttamente dalla nuova città. Fornitura, dell’immagine della “Festa della Musica”. 
- Fornitura dei relativi file esecutivi di stampa, sui diversi supporti destinati alla comunicazione dell’evento. 
- Diffusione dell’evento tramite un ufficio stampa nazionale.
- Redazione annuale di un report di bilancio finale.

In merito ai materiali di comunicazione facciamo presente che è severamente vietato eliminare o cambiare, dai supporti forniti, gli elementi grafici, di testo, istituzionali e dei partners. Ogni singolo Comune potrà, tuttavia, integrare i supporti con le informazioni specifiche relative al proprio evento.

Progetti artistici
- Segnalazione di eventuali progetti e scambi artistici da e per la nuova città e le città italiane e internazionali partners del circuito.


> Come facciamo ad iscriverci?
Per iscriversi alla Festa della Musica, basta compilare Il Form della Città dove ci si vuole esibire. Oppure in alternativa si deve contattare telefonicamente l'organizzazione della città prescelta.

> Gli strumenti dobbiamo portarceli?
L'organizzazione, per i palchi adibiti alle iscrizioni, prevede una backline base: 1 amplificatore per basso, 1 amplificatore per chitarra e una batteria sprovvista di piatti. I musicisti, ad eccezione del batterista, dovranno quindi portarsi solamente gli strumenti personali.

> Fino a quando si fa in tempo ad iscriversi?
Le iscrizioni terminano normalmente 15 giorni prima della data d'inizio della Festa della Musica.

> Come vengono definite le location?
Le location della Festa della Musica sono a discrezione dell'organizzazione in accordo con le disposizioni del Comune.

> Quanto tempo c'è a disposizione per le esibizioni?
Il tempo a disposizione per ogni gruppo o singolo dipende sempre dal numero delle iscrizioni; in ogni caso l'organizzazione è riuscita sempre a garantire l'esibizione di due/tre brani.

> Dove possiamo ritirare i moduli di iscrizione?
Le iscrizioni si fanno riempiendo il form dal menù del sito istituzionale sotto la voce Iscrizioni/Artisti. Tuttavia alcune Città hanno la gestione delle iscrizioni, quindi consigliamo di contattare l'organizzazione della vostra Città.

> Come dobbiamo comportarci con la SIAE?
Sarà cura dell'organizzatore farvi compilare il modulo SIAE con i brani presentati.

> Quando si sà se il gruppo iscritto alla Festa potrà suonare?
I tempi di contatto telefonico da parte dell'organizzatore dipendono dalla chiusura delle iscrizioni che ogni città decide autonomamente. Quindi bisogna attendere ma sarete sicuramente ricontattati anche per una risposta negativa.
> Come facciamo a far aderire la nostra città?
Per far aderire una nuova città al circuito italiano della Festa della Musica, basta compilare Il Form in tutte le sue parti sul menù iscrizioni/città. Il personale dell'Associazione vi contatterà per chiarire le modalità e i tempi.

> La data deve essere per forza il 21 giugno?
Il 21 giugno, festa dell'entrata nell'estate, si festeggia in tutto il mondo la Festa della Musica. In Francia, paese di origine della manifestazione, si organizza la Festa solamente il 21 giugno. Anche in Italia il 21 giugno resta la data ufficiale alla quale vengono applicate le tariffe SIAE più vantaggiose. Resta comunque possibile legare la data del 21 giugno al fine settimana più vicino. Quindi è tollerata una manifestazione di più giornate solamente se si realizzano spettacoli anche durante la giornata del 21 giugno. 

> Fino a quando si fa in tempo ad aderire?
Normalmente si ha bisogno di almeno 80 giorni per organizzare un evento semplice. Dipende, comunque, dalla capacità organizzativa dell'Amministrazione Comunale e dell'organizzazione che si occupa di coordinare le attività.

> Sono solo I Comuni, o Istituzioni, che possono aderire?
Attraverso una lettera di adesione ufficiale oltre alle Amministrazioni Comunali, Proloco ed Enti possono aderire Associazioni e Scuole. Altre realtà come Organizzazioni o Società private, che vogliono organizzare degli eventi nella propria città, prendono accordi con il Comune di riferimento.

> Come riusciamo a organizzare tanti eventi con la situazione economica attuale delle Amministrazioni?
Il tessuto connettivo della manifestazione è fatto dal sistema delle iscrizioni degli artisti che arrivano direttamente agli organizzatori. Certo è molto importante partire presto con la comunicazione di invito a tutti i cittadini musicisti di iscriversi. Le risorse, anche se poche, saranno quindi impiegate per le spese tecniche e magari per qualche spettacolo di qualità con costi vantaggiosi.

> Chi paga la SIAE?
La SIAE è a carico dell'organizzatore, quindi spesso delle Amministrazioni Comunali. Fortunatamente in occasione della Festa della Musica la SIAE applica delle tariffe vantaggiosissime (normalmente con una riduzione del 90% del dovuto solamente per la giornata del 21 giugno) che riescono a limitare la spesa (vedi SIAE sotto il menù "LA FESTA").

> Una volta che il Comune aderisce chi si occupa di trovare gli artisti?
L'AIPFM fornirà una locandina, da affiggere nei locali idonei, che invita i musicisti ad iscriversi. Inoltre, l'inserimento della città nel sito permetterà, agli interessati a suonare e iscriversi, di scoprire la possibilità di suonare anche in quel Comune.

> Il numero degli artisti partecipanti è determinante?
No assolutamente. Il numero è proporzionale alla grandezza della città, quindi alla visibilità dell'evento e alle aspettative dell'istituzione "Comune" che normalmente finanzia la Festa.

> La data del 21 giugno è obbligatoria per poter effettuare la manifestazione o ci si può discostare (in un piccolo paese come il nostro nei giorni feriali non ci sarebbe nessuno ad ascoltare i gruppi)?
Il 21 giugno è un giorno del Solstizio d'estate, è la data dell'entrata in estate e in tutto il mondo si celebra la Festa della Musica. Quindi la data è obbligatoria. Si possono prevedere più gioni (tenendo presente che la SIAE applica le tariffe agevolate solo per il 21) di manifestazione con il 21 giugno compreso.


I manifesti delle precedenti edizioni


manifesto fdm 2018 Edizione 2018

manifesto fdm 2017Edizione 2017

fdm-2016Edizione 2016

fdm-2015Edizione 2015

fdm-2014Edizione 2014

fdm-2013Edizione 2013

manifesto-fdm-2012-genEdizione 2012

fdm-2011-173Edizione 2011

manifesto-fdm-2011-winter-genericoEdizione 2011 Winter

Edizione 2010

Edizione 2009

Edizione 2008

Edizione 2007

Edizione 2006

M2005 Edizione 2005

Edizione 2004

M2005 Edizione 2003

Edizione 2002

Di seguito troverete alcuni richiami utili per tutti gli attori della Festa della Musica, una festa che deve coinvolgere tutti, dal musicista solitario all’Assessorato alla Cultura, dalla Scuola di musica al Conservatorio, dalla più modesta Associazione alle Istituzioni musicali. 

Il Comune o Istituzione
Una volta avvenuta l'adesione formale, l'ufficio, incaricato dal Comune dalla Proloco o dall'Ente, si occuperà di identificare la struttura organizzativa, esterna o interna all'Amministrazione stessa, per la direzione artistica e pianificazione del progetto di produzione. Si identificheranno i luoghi destinati alle performances, i servizi richiesti, le strategie di comunicazione per coinvolgere gli artisti e i pubblici, il budget a disposizione per produrre l'evento e il coinvolgimento della SIAE locale. Il Comune si occuperà di rendere disponibili tutte le informazioni sull'evento e segnalerà, all'organizzatore, le richieste di esibizione degli artisti.

L'organizzatore
Il vero cuore della Festa, si occuperà di progettare l'evento su misura per Amministrazione. Dando per scontato il fatto che la Festa della Musica è la festa di tutte le musiche, i luoghi che conterranno la manifestazione dovranno essere diversi e molto spesso inconsueti o non destinati normalmente alla musica. Quindi, dopo aver risolto con l'Istituzione il capitolo permessi (suolo pubblico, agibilità dei palchi, orari di chiusura dei concerti, attacchi elettrici, ecc.), identificate le location e la tipologia di suono, acustico o amplificato, si procederà alla scelta della società di service che allestirà le diverse scene con, all'occorenza, l'adeguata amplificazione o strutture per contenere le manifestazioni acustiche. I giovani artisti, dopo una adeguata informazione e pubblicità, arriveranno attraverso il circuito delle iscrizioni, tramite il sito istituzionale della Festa. Gli artisti professionisti locali saranno informati e invitati a suonare dall'organizzatore. Progetti musicali più importanti seguiranno il consueto iter, tramite i relativi tour manager. La Festa della Musica nasce come una festa per il musicista stesso quindi, normalmente, gli artisti locali suonano gratuitamente, mentre gli artisti "evoluti" nazionali o internazionali, di consueto, applicano tariffe ridotte, espressamente per la Festa della Musica. L'Associazione AIPFM, all'occorrenza, potrà fornire una serie di opportunità artistiche internazionali e nazionali che ogni anno le vengono proposte. 

L'artista
Una volta scelta la città di esibizione all'interno del sito istituzionale, sotto la voce iscrizioni/artista, compilerà il form relativo in ogni sua parte e verificherà l'arrivo, per email, della conferma. Tutte le iscrizioni effettuate tramite il sito della Festa della Musica Arrivano direttamente all'organizzatore della città scelta per l'esibizione. Da quel momento sarà a cura dell'organizzatore locale, una volta stabilito il palinsesto della manifestazione e normalmente almeno un mese prima dell'inizio, chiamare l'artista confermando o meno l'esibizione, concordando giorno, luogo e orario. L'artista, in funzione della città e dell'organizzazione, dovrebbe trovare sul palco un'amplificazione e una illuminazione adeguata con una back-line di base (Amplificatore per basso, amplificatore per chitarra, batteria e microfoni). Particolari richieste saranno concordate con l'organizzazione locale. L'artista porterà lo strumento personale con i relativi accessori. Prima dell'esibizione l'artista compilerà il borderò SIAE con tutte le informazioni richieste.

Progetti diversi musicali
Organizzazioni associative, Scuole di musica, Scuole di danza, Conservatori che vogliono organizzare progetti all'interno della manifestazione, potranno partecipare compilando all'interno del sito dell'AIPFM, sotto la voce iscrizioni artista, il form relativo in ogni sua parte, descrivendo, in forma essenziale, il progetto nelle voce "Progetto" e ne verificherà l'arrivo, per email, della conferma. L'organizzatore locale ne valuterà l'interesse e contatterà il referente del progetto per verificarne la fattibilità.

Il 21 giugno del 1982, con l'iniziativa ideata dal Ministero della Cultura francese, in tutta la Francia, musicisti dilettanti e professionisti invadono strade, cortili, piazze, giardini, stazioni, musei. Non contenta solamente di rendere la pratica musicale visibile, la Festa della Musica è diventata un autentico fenomeno sociale.
Dal 1985, Anno Europeo della Musica, la Festa della Musica si svolge in Europa e nel mondo. Dal 1995, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia sono le città fondatrici dell'Associazione Europea Festa della musica. Nel 2016 in Italia la svolta, grazie al lavoro fatto dalla AIPFM (Associazione Italiana per la Promozione della Festa della Musica) e dalla presenza istituzionale del Ministero dei Beni Culturali e turistici, hanno aderito più di 280 città, dando vita a una rete distribuita su tutto il territorio nazionale. Tantissimi concerti di musica dal vivo si svolgono ogni anno, il 21 giugno, in tutte le città, principalmente all'aria aperta, con la partecipazione di musicisti di ogni livello e di ogni genere. Concerti gratuiti, valore del gesto musicale, spontaneità, disponibilità, curiosità, tutte le musiche appartengono alla Festa. Dilettante o professionista, ognuno si può esprimere liberamente, la Festa della Musica appartiene, prima di tutto, a coloro che la fanno.
Nel 2018 le città partecipanti all'evento sono state circa 700.

Il coordinamento della Festa della Musica
La Festa della Musica ha un carattere soprattutto spontaneo. Ma l'ampiezza della partecipazione, la diversità delle esibizioni, l'internazionalizzazione della Festa necessitano di un coordinamento. Oltre ad occuparsi della Festa della Musica in Francia, l'ADCEP (Association pour le Développement de la Création, études et Projets) si occupa del coordinamento europeo. Dal 2017 l'ADCEP è diventata A' FACETTES. L'AIPFM, in accordo con il Ministero dei Beni Culturali, coordina l'attività organizzativa in Italia.
manifesto fdm 2019
Area Riservata
Dall'edizione 2016 il Mibac ha deciso di dare un forte segnale per la promozione di una delle Feste più affascinanti che la cultura possa offrire. La Festa della Musica. Una festa che, come avviene in altre parti d'Europa, coinvolga in maniera organica tutta l’Italia trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare. Un grande evento che porti la musica in ogni luogo. Ogni tipo di musica. Ogni tipo di luogo. ...
SIAE è una Società di gestione collettiva del diritto d'autore, cioè un ente costituito da associati che si occupa dell'intermediazione dei diritti d'autore in tutti i settori della cultura. La Società Italiana degli Autori ed Editori non ha scopo di lucro ed è da sempre “dalla parte di chi crea” attraverso il sostegno a numerosi progetti dedicati alla creatività e al talento, e alle attività sociali e di solidarietà. SIAE punta molto sulle iniziative di musica live, un’opportunità ...
La vocazione musicale è propria di tutti i popoli e di tutte le culture. L’Italia, più di ogni altro Paese, ha espresso la capacità di rappresentarsi attraverso l’espressione spettacolare, come tradizione e come ribellione, come conservazione e come novità. Questo carattere profondamente ludico e drammatico la caratterizza e la vitalizza, rendendola unica e riconoscibile. Inoltre il suo aspetto sempre più multietnico, le permette di accogliere suggestioni transnazionali che rifiutano confini ...

Promosso da

logoMIBAC

Ministero
per i Beni e le
Attività Culturali

Via del Collegio Romano, 27
00186 - Roma
urp@beniculturali.it
www.beniculturali.it
siae

Società Italiana
degli Autori
ed Editori

Tel. 06.599.05.100
Autori ed Editori
Tel. 06.599.052.00
Utilizzatori
Fax 06.596.470.50 .52
www.siae.it
aipfm
Via San Calepodio, 5/a
00152 - Roma
Tel. 06.580.38.25
Fax 06.622.78.726
festadellamusica@aipfm.it
Seguici su Facebook
Seguici anche su Twitter

Commissione europea

Rappresentanza in Italia

Via Quattro Novembre, 149
00187 - Roma
Tel. +39 06 699991

Con il contributo di:

Logo Afi

Main media partners

Rai

Media partners

Rai Radio 3
Grandi Stazioni Retail
telesia
Trenitalia

Partners istituzionali

esteri
giustizia
salute
istruzione
difesa
conferenza regioni
unpli
anci
ENDAS - Comitato Provinciale Imperia

Con il patrocinio di:

ang

Partners

feniarco
cafim
assaeroporti
enac
mei
calabriasona
Fimi
PMI
audiocoop
agimus
Ambasciata di Francia in Italia
i live music
rock
prog
vinile
sistema
Federalberghi
arci
loreal
assonat
confronti
A1
impala
legamon graphic design
lavanda
logo3bSalva

Info

Contatti
Informazioni
Comunicati stampa
Rassegna stampa
Annual Reports
Privacy Policy

La Festa

Spirito della Festa
Come partecipare
I Manifesti
Istruzioni per l'uso
La Comunicazione
SIAE
FAQ Organizzatori
FAQ Artisti
Gallery