21 giugno 2016

FESTA DELLA MUSICA VERONA

  • Verona

    • Festa della Musica in centro

      15:00 - 20:00
      Sabato 18 e domenica 19 giugno in quattro postazioni dislocate nel centro storico di Verona si esibiranno formazioni musicali acustiche che proporranno repertori originali.

      Tre postazioni saranno in Piazza Bra (fronte Comune, fronte Arena e angolo via Mazzini) e una sul ponte di Castelvecchio.
      In piazza Bra ci sarà anche il Tour Bus con postazioni di registrazione audio.
    • Festa della Musica ZAI

      11:00 - 24:00
      Sabato 18 giugno nel cortile di MusicalBox e CSM College (via dell'Artigianato 9a) il filo conduttore sarà il valore della musica: sul palco si succederanno esclusivamente band che proporranno musica originale, con il contorno di stand espositivi ed installazioni che proporranno al pubblico diverse declinazioni della qualità musicale.
      Per tutta la giornata sarà attivo uno stand enogastronomico (risotto, patatine, birre e bibite)
    • Mostra e Canti dall’opera di Dario Fo e Franca Rame

      21-06-2016
      In occasione della Festa della Musica promossa da quest’anno - con l’individuazione della data del 21 giugno - dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in collaborazione con l’Anci, la Conferenza Stato- Regioni e i Ministeri dell’Istruzione e della Ricerca, degli Affari esteri, della Difesa, della Giustizia, della Salute e con il supporto di SIAE, l’Archivio di Stato di Verona e il Museo Archivio laboratorio Franca Rame Dario Fo, il cui archivio, come è noto, è depositato presso questo Istituto, hanno inteso aderire all’iniziativa, organizzando una giornata di musica, racconti e canti intitolata “Mostra e Canti dall’opera di Dario Fo e Franca Rame” .
      Durante la giornata del 21 giugno le sale espositive del MusALab Franca Rame Dario Fo saranno aperte senza soluzione di continuità, dalle ore 10.00 alle ore 17.15, con possibilità di beneficiare di visite guidate al MusALab nei seguenti orari: 13.00 – 14.00 e 16.15-17.15, ascoltando, in sottofondo, la musica di alcune opere teatrali di Dario Fo.
      Nell’auditorium a piano terra, il cui utilizzo è stato gentilmente concesso dall’Ordine degli ingegneri, verrà proiettato uno dei primi spettacoli di Fo Rame, rappresentato a Verona nel 1969: “Ci ragiono e Canto”, Ballata dell’altra cultura realizzata da Dario Fo con il Collettivo Teatrale La Comune e il coordinamento musicale di Fiorenzo Carpi. La registrazione è stata effettuata dalla Rai nel 1977 presso la Palazzina Liberty di Milano.
      Il programma proposto e non vincolante è il seguente:
      H.10.30: presentazione dell’evento;
      dalle 11.00 alle 13.00: I^ proiezione di “Ci ragiono e canto”;
      dalle ore 13.00 alle ore 14.00: possibilità di visita guidata al MusAlab.

      H.14.00: introduzione alla produzione musicale negli anni ’70 in Italia e alla musica nell’opera di Dario Fo del giornalista, scrittore e direttore artistico del Club Tenco, Enrico De Angelis, artefice dell’espressione, poi diventata di uso corrente, “canzone d’autore”;
      dalle ore 14.15 alle ore 16.15: II^ proiezione di “Ci ragiono e canto”;
      dalle ore 16.15 alle 0re 17.15: possibilità di visita guidata al MusALab.

      Come spiega Dario Fo nelle due introduzioni al primo e secondo tempo dello spettacolo “Ci ragiono e canto”, a differenza delle esecuzioni dei canti di corte, i cantori popolari, siano essi lavoratori dei campi o costretti ai telai, costruiscono il proprio ritmo musicale su quello del lavoro, compresi i gesti singoli e corali, la metrica e la ritmica. Riprendendo uno spettacolo del 1966, nel 1977 il Premio Nobel per la letteratura ripropone alla palazzina Liberty di Milano un’antologia di canti popolari italiani dedicati alla vita umana nei suoi temi più quotidiani: l’amore visto nella sua più pura autenticità, il lavoro come fatica vera, la povertà come condizione comune, la guerra come tragica assurdità, il dolore e la morte come ineluttabile fatalità. Sono canzoni spesso dimenticate o inedite, talvolta composte su frammenti di canti popolari antichi dallo stesso Dario Fo, il quale riesce a imprimere alla regia una tensione ora dolce ora drammatica con mezzi scarni e movimenti stilizzati. I canti delle varie regioni italiane si fondono tra loro in una visione unitaria che riunisce in una sintesi globale problemi del Nord e del Sud con una carica di sincera umanità.
manifesto fdm 2016
Area Risevata
Da questa edizione il Mibact ha deciso di dare un forte segnale per la promozione di una delle Feste più affascinanti che la cultura possa offrire. La Festa della Musica. Una festa che, come avviene in altre parti d'Europa, coinvolga in maniera organica tutta l’Italia trasmettendo quel messaggio di cultura, partecipazione, integrazione, armonia e universalità che solo la musica riesce a dare. Un grande evento che porti la musica in ogni luogo. Ogni tipo di musica. Ogni tipo di luogo. ...
La Società Italiana degli Autori ed Editori (SIAE) è una società di gestione collettiva del diritto d’autore. In altre parole: è un ente costituito da associati che si occupa dell’intermediazione e della tutela dei diritti di chi crea. La sua base associativa è formata da autori ed editori. La storia di SIAE inizia nel 1882 a Milano. Del primo Consiglio Direttivo della Società facevano parte vere pietre miliari della cultura e dell’arte italiana, come Giuseppe Verdi, Giosuè Carducci, ...
La vocazione musicale è propria di tutti i popoli e di tutte le culture. L’Italia, più di ogni altro Paese, ha espresso la capacità di rappresentarsi attraverso l’espressione spettacolare, come tradizione e come ribellione, come conservazione e come novità. Questo carattere profondamente ludico e drammatico la caratterizza e la vitalizza, rendendola unica e riconoscibile. Inoltre il suo aspetto sempre più multietnico, le permette di accogliere suggestioni transnazionali che rifiutano confini ...

logoMIBACT2

Ministero
dei beni e delle
attività culturali
e del turismo

Via del Collegio Romano, 27
00186 - Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.beniculturali.it

siae

Società Italiana
degli Autori
ed Editori

Tel. 06.599.05.100
Autori ed Editori
Tel. 06.599.052.00
Utilizzatori
Fax 06.596.470.50 .52
www.siae.it

aipfm

   Via San Calepodio, 5/a
   00152 - Roma
   Tel. 06.580.38.25
   Fax 06.622.78.726
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  Seguici su Facebook
  Seguici anche su Twitter
Sponsorok